Arresto per frode finalmente nel caso

Arresto per frode finalmente nel caso di scambio di Pluto in India

  • Una delle più antiche saghe di truffe criptiche dell’India ha chiuso con l’arresto di Umesh Verma.
  • Verma era presumibilmente a capo della truffa di Pluto Exchange.
  • Il caso risale all’encierro del 2017.

Il Trust Project è un consorzio internazionale di organizzazioni giornalistiche che costruisce standard di trasparenza.

Umesh Verma, 60 anni, è stato ricercato come capo della truffa di Pluto Exchange.

Le autorità indiane hanno arrestato Umesh Verma, 60 anni, al suo arrivo in India. La mossa risolve uno dei casi più longevi dell’India riguardante le truffe di cripto-valuta. Si tratta di un ritorno all’encierro del 2017 e all’innovazione tecnologica in India.

Umesh Verma è stato arrestato all’aeroporto internazionale Indira Ghandi di Dehli dopo essere arrivato da Dubai. L’India Bitcoin Trader ha richiesto l’estradizione di Verma nell’ottobre 2020, a seguito di una truffa di criptovaluta. Anche il figlio di Umesh, Bharat, è stato coinvolto, ma non ci sono notizie che lo accusino della truffa di Pluto Exchange.

Truffa nel 2017?

Quando hanno lanciato Pluto Exchange alla fine del 2017, i Vermas hanno offerto servizi all’avanguardia alle persone affamate di crittografia in India. La bolla bitcoin ha sollevato l’attenzione e le speranze con enormi guadagni apparentemente da un giorno all’altro, e Pluto Exchange ha offerto rendimenti mensili del 20-30%. I media locali hanno sottolineato la presunta base di Dubai della borsa.

Pluto Exchange ha offerto la propria moneta, chiamata Coin Zarus. Inoltre, il Vermas ha offerto all’India la sua prima applicazione di crittografia mobile. C’era anche una certa facilità d’uso – gli utenti potevano acquistare bitcoin con un solo numero di telefono.

Per alcuni, i rendimenti e la tecnologia erano troppo forti per resistere. Alla fine, almeno 43 uomini d’affari hanno investito nel progetto un totale di oltre 270.000 dollari. Tuttavia, coincidenza o meno, il bitcoin si è schiantato, e così anche Pluto Exchange. Poiché gli investitori sono stati incoraggiati dagli incentivi a portare nuove persone nell’organizzazione, il governo indiano considererà la questione come uno schema Ponzi.

Truffe nel 2020

Mentre i Vermas si sono affidati all’hype che circonda la bolla di crittografia del 2017, nel 2020 i truffatori usano la paura, e non solo la paura di perdersi. Lo sviluppo dei vaccini COVID-19 sta già producendo attacchi di phishing. Le società di sicurezza CheckPoint e KnowBe4 stanno dicendo ai consumatori di stare attenti alle e-mail sospette sui vaccini.

Come nel 2017, però, un’encierro criptato fa emergere ogni sorta di invenzione. Il 2 gennaio Bitcoin ha raggiunto un vero e proprio record assoluto, con oltre 32.000 dollari. Tuttavia, nello scambio di Livecoin in Russia, il bitcoin ha già superato i 200.000 dollari.

BeInCrypto ha riferito che il 26 dicembre Livecoin è stato violato e il prezzo del bitcoin sullo scambio è stato manipolato. Gli hacker hanno alzato il prezzo di BTC a 220.000 dollari prima di chiudere. ETH è salito a 6500 dollari. Gli osservatori sospettano una truffa in uscita. Altri sostengono che la borsa abbia visto manipolazioni dei prezzi all’inizio dell’anno.

Attenzione

Nel 2019 il governo cinese ha chiuso il sistema PlusToken. Nel novembre 2020, gli atti del tribunale hanno rivelato che Pechino ha confiscato, tra gli altri, 194.775 BTC, 833.083 ETH, 213.724 USDT e 6 miliardi di DOGE.

BeInCrypto ricorda ai lettori che, nonostante i tempi inebrianti e i molteplici ATH, se sembra troppo bello per essere vero, allora è necessaria la dovuta diligenza.

Dieser Eintrag wurde veröffentlicht in Crypto von admin. Setzen Sie ein Lesezeichen zum Permalink.